Fare quadrato contro la povertà alimentare – Filantropia e terzo settore

Da sempre, la Compagnia di San Paolo è impegnata a contrastare diverse forme di povertà, compresa quella alimentare.

Attraverso le quattro parole chiave sovranità, ecosistema, comunità e salute, fortemente interconnesse nel disegnare un quadrato della solidarietà, verranno analizzati, con la partecipazione di esperti, gli orientamenti e i saperi emersi dai progetti sostenuti.Affinché l’aiuto non si trasformi in assistenza, è necessario porre attenzione alle forme del donare, permettendo alle persone di poter scegliere e offrendo loro nuovi spazi di sovranità e cittadinanza.La lotta allo spreco alimentare ha bisogno di un eco-sistema costituito da una pluralità di attori e connessioni, di policy e strumenti incentivanti, di analisi e forme organizzative per sfruttare appieno le potenzialità dei luoghi che creano eccedenze. La partecipazione della comunità prevede l’attivazione di reti di prossimità, capaci di intercettare i bisogni e le risorse locali, per costruire risposte personalizzate e, allo stesso tempo, riportare l’aiuto nella dimensione del quotidiano, dentro una relazione di scambio.Qualificare la raccolta e la distribuzione del cibo pone inoltre l’attenzione sulla salute, in particolare tra le fasce deboli, maggiormente esposte nel tempo a problematiche sanitarie di cui sono noti non solo i costi umani ma anche quelli economici.

Intervengono:

  • Carlo Petrini, Presidente di Slow Food
  • Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo
  • Marco Lucchini, Segretario generale della Fondazione Banco Alimentare onlus
  • Giuseppe Costa, Professore Ordinario del Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche dell’Università degli Studi di Torino
  • Egidio Dansero, Professore Ordinario del Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università degli Studi di Torino, Coordinatore del progetto Atlante del Cibo
  • Marco Malfatto, Coordinatore dell’area ligure dell’Associazione Comunità San Benedetto al Porto di Genova; Coordinatore del progetto Ricibo
  • Georges Tabacchi, Co-direttore della Biennale della Prossimità

Modera: Luca Iaccarino, Giornalista