21 settembre

Il mestiere del semencier

Torino-Lingotto Fiere

Oggi chi fa l’orto compra i semi o le piantine, mentre è quasi scomparso il sapere delle comunità legato alla selezione e alla riproduzione delle sementi.

Non solo: sei multinazionali controllano il 63% del mercato dei semi, commercializzando gli stessi ibridi in tutto il mondo. Per salvare la biodiversità, bisogna sostenere i piccoli produttori di semi tradizionali. In Europa esistono progetti interessanti, come l’Organisation Professionnelle des Artisans Semencier Européen e il progetto Seminiamo la biodiversità, promosso da Eataly insieme a Slow Food, all’Università di Palermo e alla ditta sementiera Arcoiris, che mette in rete produttori (dei semi e dei relativi ortaggi), distribuzione e ristorazione, ricucendo tutta la filiera, dal seme al piatto.

Intervengono:

  • Antonio Lo Fiego, Italia, Arcoiris;
  • Paolo Arrigo, Italia, Franchi sementi;
  • Xavier Hamon, Francia, Alleanza dei cuochi Slow Food Francia;
  • Nebojsa Dinovic, Serbia, Superior Seed, azienda semenziera;

Modera: Francesco Sottile, Italia, agronomo, professore all’Università di Palermo

I Forum tematici di Terra Madre hanno per protagonisti i delegati della rete e sono aperti al pubblico fino a esaurimento posti.

Ingresso prioritario ai delegati. L’accesso richiede l’iscrizione in loco. 

21 settembre

16:00 - 18:00

Stand:
Food for Change – Semi/ Seeds – Pad./Pav. 3