Terra Madre Salone del Gusto passa da Cuneo con un appuntamento dedicato al ruolo dei migranti in relazione alle politiche agroalimentari

Un evento in collaborazione con l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e La Stampa

Giovedì 28 giugno alle 18

Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo

Passa da Cuneo il tour di presentazione di Terra Madre Salone del Gusto 2018 organizzato da Slow Food, Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e La Stampa che ripetono la positiva esperienza del 2016. Giovedì 28 giugno alle 18 la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo ospiterà l’incontro che si aprirà con il saluto di Andrea Blangetti, presidente del Comitato Esecutivo di Slow Food Piemonte. Abderrahmane Amajou, responsabile di Slow Food per il tema Migranti, approfondirà uno dei focus dell’evento che si terrà a Torino dal 20 al 24 settembre, quello relativo alla centralità del ruolo dei migranti rispetto alle politiche agroalimentari. Infatti, tra le numerose novità che presenterà il responsabile dell’evento, Roberto Burdese, ci sono le grandi aree tematiche in cui si svolgeranno incontri, Laboratori del Gusto, forum per approfondire la conoscenza dei diversi argomenti mettendo alla prova sensi e conoscenze.

Saranno presenti anche due produttori che racconteranno la loro esperienza con i migranti: Alessio Dorini dell’azienda di produzione del miele La Lunatica, e Giulia Jannelli, della Cooperativa agricola di comunità Germinale. Cristina Sorice presenterà gli itinerari di Tour DiViNi. A moderare l’incontro Gianni Martini, La Stampa.

Quello delle migrazioni è uno dei temi centrali nel programma di Terra Madre Salone del Gusto, dove il fenomeno sarà guardato con grande attenzione e considerato non come un problema lontano, ma come la conseguenza di politiche e scelte poco lungimiranti, che ci riguardano da vicino. Se ne parlerà in numerosi forum nell’Arena di Terra Madre, dove saranno approfonditi tra gli altri il tema del cambiamento climatico, del caporalato, della cooperazione. Questi sono solo alcuni elementi che approfondirà Abderrahmane Amajou insieme al pubblico di Cuneo e che permettono di inquadrare la questione.

Cuneo è il quinto di otto appuntamenti che si tengono nei mesi di giugno e luglio (quasi tutti ospitati nelle sedi delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte) per presentare Terra Madre Salone del Gusto e approfondire gli argomenti delle aree tematiche: le altre città protagoniste del tour sono Asti, Alessandria, Biella, Novara, Torino, Vercelli e Savona.

«L’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte sostiene Terra Madre Salone del Gusto 2018 attraverso un tour nelle province piemontesi che anticipa i temi e le sfide della manifestazione legata al cibo buono, pulito, giusto e sano – spiega il Presidente dell’Associazione delle 12 FOB del Piemonte Giovanni Quaglia -. Le otto tappe promuovono, in linea con la mission di Slow Food e dell’Associazione delle Fondazioni piemontesi, la tutela dell’agricoltura etica e sostenibile e dei suoi prodotti, l’attenzione alle comunità del cibo, il rispetto della terra quale patrimonio unico e insostituibile anche per il nostro territorio, ricco di eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche».

Le otto province sono coinvolte nell’evento in diversi modi: innanzitutto attraverso i contadini, allevatori e artigiani che presentano i loro prodotti nello spazio espositivo di Lingotto Fiere; in secondo luogo, ospitando i delegati di Terra Madre provenienti da tutto il mondo, nelle famiglie dei numerosi comuni che fanno parte della rete delle Città di Terra Madre; infine, novità di questa edizione, accogliendo i visitatori in 15 TourDiVini, itinerari piemontesi pensati assieme alle Condotte locali di Slow Food per offrire l’opportunità di conoscere le bellezze artistiche e paesaggistiche del Piemonte e gustare i prodotti più significativi nei luoghi in cui nascono.

«Le sfide che il mondo dell’agricoltura sta affrontando oggi, e si troverà ad affrontare nel prossimo futuro, sono strategiche per la nostra società – commenta Giandomenico Genta, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo -. Non solo dal punto di vista dell’innovazione e della ricerca, su cui la nostra Fondazione e le Fondazioni di origine bancaria sono particolarmente impegnate, ma anche per la stretta connessione con i grandi temi sociali che caratterizzano il nostro tempo, tra cui quello delle migrazioni. Ospitare questa tappa del tour di avvicinamento a Terra Madre e Salone del Gusto 2018 è un’occasione importante per discuterne, ascoltare testimonianze e far conoscere le progettualità che già stanno dando risposte concrete».

Tra i temi degli altri appuntamenti ci sono le campagne Slow Meat e Slow Fish, il rapporto tra cibo e salute, la centralità dei semi. Oltre ad approfondimenti sul nuovo progetto di università diffusa e sul ruolo degli indigeni nella discussione sul futuro del cibo.

Ecco le prossime tappe del tour:
28 giugno, ore 18 – Cuneo: Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo
3 luglio, ore 18 – Novara: Circolo dei Lettori di Novara
5 luglio, ore 18 – Savona: Camera di Commercio di Savona

Si ringrazia per la collaborazione:
La Stampa – www.lastampa.it
Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte – www.fondazionibancariepiemonte.it
Le Condotte Slow Food dei diversi territori

Official Partner

Con il sostegno di

Con il contributo di